Pagina 11 di 24 PrimaPrima ... 91011121321 ... UltimaUltima
Risultati da 101 a 110 di 236

Discussione: PRIMA ASSOLUTA: INVERNO '21 /22' - INDAGINE CON L'A.I. , GELO SULL'EUROPA !! [ Ita ]

  1. #101
    FISICO DELL' ATMOSFERA - RESPONSABILE SCIENTIFICO METEOLAND L'avatar di Andrew
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    VASTO - CH - 144 MT. S.L.M.
    Messaggi
    24,924

    Predefinito

    Dunque cari amici e lettori, non è che dobbiamo fare ovviam. una lezione di FIs. dell'Atm. ma tutto questo serve a capire , probabilm con qualche inserimento piu' didattico d'altri, UN FATTORE DETERMINANTE NELLA PREVISIONE DEL TEMPO E QUINDI
    DI CAMBIO POSSIBILE DI MASSE D'ARIA SULLE Ns TESTE -

    IL PATTERN CHE S'AVRA' - QUINDI NELL'OSSERVARE LA VORTICITA' DELL'ARIA A VARIE QUOTE , NON DIMENTICANDO SE STIAMO TRATTANDO UNA MASSA
    BAROCLINA e /o BAROTROPICA , OVE NEL 2° LE SUPERFICI COINCIDONO TRA ISOBARE E ISOTERME , MENTRE NEL 1° LA PRESS. DIPENDE DALLA DENSITA' DELLA T° .

  2. #102
    FISICO DELL' ATMOSFERA - RESPONSABILE SCIENTIFICO METEOLAND L'avatar di Andrew
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    VASTO - CH - 144 MT. S.L.M.
    Messaggi
    24,924

    Predefinito

    Oggi noi siamo in grado con l'ausilio dell' A.I. [ Artif. Intellig.] di far formulare le equazioni di vorticita' a questa tecnologia , che ce le restituisce non solo piu' velocemente ma anche piu' perfette, prive di poss. errori.

    Oltre ad inserire algoritmi di calcolo superiori che la tecnologia permette d'uso.

    Cosi' ne guadagna la previsione a medio /lungo molto piu' di "ieri" , d'un tempo in cui tutti questi aiuti non v'erano , perfezionando per moltissimi LAVORI e ATTIVITA' LA PREVIS. CON UTILITA' MA ANCHE CON MINOR RISCHI E PERICOLI,
    NONCHE' AIUTANDO ANCHE A SALVARE CON PREVENTIVIA' E MAGG. AFFIDABILITA' , VITE UMANE COSA CHE FINO A POCHI ANNI FA' ERA MOLTO PIU' DIFFICILE. -


    SEMPRECHE' E VA' SOTTOLINEATO, NON SI .. . .. "SPECULI" SU TUTTO CIO' , COME TALUNI SITI METEO PURTROPPO FANNO A DISCAPITO D'UNA OTTIMIZZAZIONE DELLA PROIEZ. IN VIRTU' VICEVERSA DI
    CLICK.. .. .. DA GUADAGNO PUBBLICITARIO, EMETTENDO TITOLONI PRIVI DI FONDAMENTO E CON LO SCOPO .. .. .. "ATTIRATTENZIONI" .....,,,,UNICAMENTE !!! E CI SIAM CAPITI CREDO ... ,, ,, ,


  3. #103
    FISICO DELL' ATMOSFERA - RESPONSABILE SCIENTIFICO METEOLAND L'avatar di Andrew
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    VASTO - CH - 144 MT. S.L.M.
    Messaggi
    24,924

    Predefinito

    ANCHE QUEST'INVERNO, OLTRE A UN PAIO D'INDEX .. .. .. . .COMANDERA' LEI !!

  4. #104
    FISICO DELL' ATMOSFERA - RESPONSABILE SCIENTIFICO METEOLAND L'avatar di Andrew
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    VASTO - CH - 144 MT. S.L.M.
    Messaggi
    24,924

    Predefinito


  5. #105
    ADMIN AND WEATHER EXPERT L'avatar di Fulvio
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    DOLZAGO - LC MT.298 S.L.M.
    Messaggi
    15,932

    Predefinito

    Oltre tutto avremo la Nina in auge, buon viatico anche se non decisivo.

  6. #106
    ESPERTO
    Data Registrazione
    Feb 2019
    Località
    Mercato S.Severino-SA 150 m.slm
    Messaggi
    1,312

    Predefinito

    Mi sorge un dubbio, vista l'elevata probabilità di un evento di Nina strong per il prossimo inverno non si correrebbe il rischio di avere un inverno anonimo con eccessiva ingerenza anticiclonica? in passato è capitato che la combinazione QBO- bassa attività solare associata a Nina strong (peggio se in fase west modoki) non abbia prodotto niente di che, l'ultimo caso è stato il 2007/08. Non mi sembrerebbe una combinazione perfetta, e poi basta un tassello fuori posto... Però al di là di tutto c'è sempre l'incognita degli heat flux che possono disturbare la stratosfera e cambiare le carte in tavola.

  7. #107
    ADMIN AND WEATHER EXPERT L'avatar di Fulvio
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    DOLZAGO - LC MT.298 S.L.M.
    Messaggi
    15,932

    Predefinito

    Non buono outlook IRI:


    per il centro sud poche piogge e clima sopra media ovunque...

  8. #108
    MODERATORE ESPERTO L'avatar di Moebius24
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Costigliole d'Asti (242 m s.l.m.); Torino
    Messaggi
    7,461

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Andrew Visualizza Messaggio
    Che bei ricordi 😭😭😭😭

  9. #109
    MODERATORE ESPERTO L'avatar di Moebius24
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Costigliole d'Asti (242 m s.l.m.); Torino
    Messaggi
    7,461

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Andrew Visualizza Messaggio
    Un esem. degli algoritmi [ x expert del sett. !! ] per l'individuazione e calcolo sull'evoluz. dei flux al VPS -

    In fluidodinamica si definisce vorticità la grandezza vettoriale:
    {\displaystyle {\bar {\omega }}={\vec {\nabla }}\times {\vec {V}}}ovverosia il rotore della velocità; rappresenta inoltre la densità superficiale di circolazione:
    {\displaystyle {\bar {\omega }}={\frac {\partial \Gamma }{\partial r^{2}}}}dove:
    • {\displaystyle \Gamma =\oint _{\partial S}{\vec {V}}\cdot {\vec {t}}dS}
    • {\displaystyle {\vec {t}}}è il vettore tangente alla traiettoria

    La vorticità è poi collegata alla velocità di rotazione di un elemento di fluido e in particolare si dimostra studiandone la deformazione che:
    {\displaystyle \omega =2\Omega }dove {\displaystyle \Omega } è la velocità istantanea di rotazione rigida dell'elemento di fluido.
    In generale la dinamica della vorticità è descritta dall'equazione della vorticità.

    dA dove arriva la "genesi" del calcolo :

    Per capire meglio: se il valore di questa equazione è alto la vorticosita è anch'essa alta? E in ragione di ciò quindi il vp risulta più compatto? Viceversa, valore basso equivale a bassa vorticosita quindi a strat warming e split?

  10. #110
    FISICO DELL' ATMOSFERA - RESPONSABILE SCIENTIFICO METEOLAND L'avatar di Andrew
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    VASTO - CH - 144 MT. S.L.M.
    Messaggi
    24,924

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Moebius24 Visualizza Messaggio
    Per capire meglio: se il valore di questa equazione è alto la vorticosita è anch'essa alta? E in ragione di ciò quindi il vp risulta più compatto? Viceversa, valore basso equivale a bassa vorticosita quindi a strat warming e split?
    I moti più importanti e più imponenti dell’atmosfera sono quelli che si svolgono nel pianoorizzontale, ed è per questo che la meteorologia è interessata soprattutto alla vorticità deimoti orizzontali, anche se sono abbastanza frequenti pure i vortici nel piano verticale (lacella di Hadley, le circolazioni di brezza, le onde orografiche). Per di più, siccome i moti piùintensi, e quindi con effetti dinamici più importanti, sono quelli dell’alta e media troposfera,di solito si considera solo la vorticità nel piano orizzontale su scale spaziali di 500-3000 km(quella che si dice scala sinottica), in corrispondenza della superfici isobariche 500 hPa e300 hPa cioè, alle nostre latitudini, rispettivamente alle quote di circa 5500 m e 9000 m.Se dal punto di vista intuitivo la vorticità descrive la propensione del fluido aria a generarevortici, da un punto di vista più rigoroso, ovvero facendo riferimento alla formula che la descrive (fondamentalmente la grandezza vettoriale definita dal rotore della velocità), si puòfacilmente dimostrare che la vorticità non è altro che il doppio della velocità angolare deimoti rotatori che avvengono nell’atmosfera.Per convenzione la vorticità è considerata con il segno positivo (vorticità ciclonica) quando, come nei cicloni e nelle saccature (regioni dell’atmosfera in cui la bassa pressione tende a“insaccarsi” tra due aree di alta pressione), la rotazione avviene in verso antiorario. La vorticità negativa (vorticità anticiclonica) è invece quella collegata ai moti rotatori in verso orario, come negli anticicloni e nei promontori (zone in cui l’alta pressione tende a protendersitra due regioni in cui sia presente bassa pressione). La vorticità, ovviamente, risulta piùintensa laddove l’aria tende a circolare con una curvatura più stretta (piccolo raggio di curvatura).Alla vorticità contribuiscono due fattori: da una parte l’effetto appena visto della curvatura, dall’altra la variazione della velocità del vento. Infatti, là dove la velocità del vento variaorizzontalmente (wind shear orizzontale) si generano dei moti vorticosi, perché le particelled’aria che si muovono lungo lo strato più veloce tendono a richiudersi e ad arricciolarsi versolo strato dove il moto è più lento.Il concetto di vorticità consente anche di capire perché le grandi strutture bariche (cicloni,anticicloni, saccature e promontori) si muovano di solito secondo i venti medi della troposfera, i quali sono ben approssimati dalle correnti a 500 hPa (cioè alla quota di circa 5500metri) . Infatti, così come in un fiume i mulinelli si muovono lungo la corrente, una saccatura può essere considerata come un nucleo di vorticità ciclonica (a rotazione antioraria)trasportato nella direzione dei venti prevalenti nella troposfera. Analogamente, un promontorio è un nucleo di vorticità anticiclonica (a rotazione oraria) che si muove in seno alle correntiportanti.

    Nella tua domanda quindi , c'è la risposta che ti dai nel finale. Ma i riscaldamenti della Stratosfera, sono altro e differente discorso.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •