Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 26

Discussione: GLI STOLTI DEL CLIMA[ cretini è la definiz.] e IL FREDDO MAI ARRIVATO!

  1. #1
    FISICO DELL' ATMOSFERA - RESPONSABILE SCIENTIFICO METEOLAND L'avatar di Andrew
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    VASTO - CH - 144 MT. S.L.M.
    Messaggi
    19,097

    Predefinito GLI STOLTI DEL CLIMA[ cretini è la definiz.] e IL FREDDO MAI ARRIVATO!

    La bufala dell'era glaciale che sta arrivando

    Sta girando una notizia assurda: il Sole si addormenterà al punto da causare una tremenda nuova era glaciale nell’arco di 15 anni. Si tratta però di una mezza bufala. Ecco perché e di chi è la colpa.La notizia ha fatto velocemente il giro del Web e molti giornalisti e divulgatori, senza verificare la fonte, l’hanno riportata su giornali nazionali, reti televisive e persino siti scientifici di tutto rispetto. Anche noi l'avevamo vista, ma dopo averne valutato la mancanza di rigore avevamo deciso di non riportarla. Lo facciamo per fare la necessaria chiarezza. LA BUFALA DELLA MINI ERA GLACIALE. I vari articoli riportano che una ricerca realizzata dal Met, l’Ente meteorologico inglese, avrebbe scoperto che il Sole starebbe per entrare in una fase dormiente che causerebbe una nuova era glaciale sul nostro pianeta. La realtà è molto diversa. Chi ha preventivato una mini era glaciale ha soltanto tradotto un articolo di un quotidiano inglese, senza curarsi di andare alla fonte. Il Sole segue dei cicli di attività. In certi periodi vi sono numerose macchie sulla sua superficie in altri molte di meno. Il ciclo ha una durata media di 11 anni. | ESA/NASA

    LA VERA COLPEVOLE. Innanzi tutto va detto nelle ultime settimane non c’è alcun comunicato stampa del Met che tratti questo argomento anche se, in realtà, nel passato aveva pubblicato lavori sulle variazioni dell’attività solare.

    La "non notizia" è nata da una conferenza di Valentina Zharkova della Northumbria University. La ricercatrice durante il National Astronomy Meeting che si è tenuto agli inizi di luglio, ha presentato un suo lavoro pubblicato sull’Astrophysical Journal, nel quale prevedere come si comporterà il Sole nei prossimi cicli undecennali. Come è noto infatti, il Sole aumenta di intensità nel numero di macchie con un andamento medio di 11 anni. Gli ultimi cicli, soprattutto quello che stiamo vivendo, è molto più debole dei precedenti.
    CICLI SOLARI PIÙ DEBOLI. Un insieme di fattori, analizzati dalla ricercatrice, farebbero pensare che i prossimi cicli saranno ancor più deboli, tant’è che, secondo lei «l’attività solare nel 2030 si ridurrà del 60% rispetto alla media».

    E da qui la mal interpretazione. Molti infatti, hanno interpretato quell’affermazione come una riduzione del 60% della capacità del Sole di riscaldare la nostra Terra! Se fosse così avremmo davvero un’era glaciale, ma da fine del mondo però…
    NON È UN'ERA GLACIALE, NEMMENO MINI. In verità una “minore attività solare del 60%” porta davvero ad una riduzione del calore che arriva sulla Terra, ma in quantità assai ridotte. L’attività solare non è semplicemente il calore emesso, ma l’insieme di molti fenomeni che si verificano nel e sul Sole.


    Zharkova nel suo intervento non aveva fatto riferimento ad alcun cambiamento climatico. E molti giornali che avevano riportato la sua ricerca come una ricerca sul clima hanno commesso un grave errore su un tema - quello del riscaldamento globale - dove occorre una maggiore sensibilità e accuratezza.

    Interpellata poi in seguito al clamore mediatico Zharkova ha riconosciuto che comunque, la riduzione dell'attività solare potrebbe essere paragonata a quella che si verificò attorno al 1600, un periodo noto come “piccola era glaciale” che vide inverni particolarmente rigidi nel nostro emisfero. Ma anche in quel caso non fu “era glaciale” in termini geologici, anche se le condizioni climatiche - soprattutto invernali - furono particolarmente rigide. Il periodo del 1600 - da un punto di vista dell'osservazione solare - è chiamato minimo di Mauder e durò tra i 50 e i 60 anni. Secondo le previsioni di Zharkova il prossimo minimo dovrebbe durare meno del minimo di Mauder e cioè circa 3 cicli solari, pari a 30 anni.


    Nella tabella sono rappresentati i cicli solari. Attorno al 1600 l'attività solare fu particolarmente ridotta. A quel periodo corrisponde la "piccola era glaciale", anni particolarmente freddi durante gli inverni. Sembra che in questi anni ci siano tutte le caratteristiche potrebbero riportare il Sole ad una situazione simile entro pochi decenni | NASA

    PREVISIONE GIÀ FATTA DALLA NASA. Poi il Sole riprese l’attività precedente e la temperatura delle stagioni ritornò ai valori precedenti al 1650.

    Questa previsione comunque, seppur non così drastica era già stata fatta dalla Nasa e da altri enti scientifici alcuni anni or sono, allorché ci si accorse che l’attività solare stava rallentando. Ma come si sa, le previsioni a lungo termine di un fenomeno così complesso come il clima e l’interazione clima-Sole, difficilmente portano a conclusioni sicure. Il 2030 comunque, non è poi così lontano…
    Tutti coloro , concludendo, che hanno "sciorinato" tesi ed ipotesi da perlomeno 10 anni a questa d'imminenti stagioni fredde e di GELO in arrivo per 3/4 del Globo, hanno miseramente fallito ogni possibile congettura o supposizione sui generis della questione, [ e qui ne avevamo uno di forumista in particolare.. .. ..chi è tra i piu' "vecchietti" lo rammentera' , che a tal proposito ""sciorinava"" ( e ancor lo fa' su alcuni forums..) diverse teorie .. ... complottistiche-pseudoclimatiche, i suoi Nick iniziano per "r" " T" solitamente....non leggete le stron..te che scrive prese da siti come Wattsupwiththat, uno tra i siti piu' minchioni del web, che definisco "TERRORISTICO" PER LE BUFALERIE CHE RACCONTA...] per cui si diceva il FALLIMENTO come il "Tempo" che è stato sempre un gran galantuomo ci ha ben mostrato in quest'ultimo decennio, ovvero da quando il ns SOLE, la Stella che governa il Clima nei decenni, fosse seppur in bassa attivita', contrastato pero' tale calo e quindi IRRADIAZIONE, da un GW molto alto purtroppo che causa un effetto SERRA notevole il quale a sua volta BASTA E AVANZA anche in una fase d'irraggiamento molto meno cospicua, come accade in una serra durante una giornata nuvola.

    La veridicita' dei fatti è approvata dagli studiosi con riconoscimenti piu' alti , in Italia, in Europa e nel resto del Mondo.
    Tutti i detrattori e negazionisti, sono dichiaratamente colleghi del Sig. Marco Amleto , in arte "Il Divino Othelma" .

  2. #2
    FISICO DELL' ATMOSFERA - RESPONSABILE SCIENTIFICO METEOLAND L'avatar di Andrew
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    VASTO - CH - 144 MT. S.L.M.
    Messaggi
    19,097

    Predefinito

    VADEMECUM DEL BUON LETTORE DI CLIMATOLOGIA :Ecco alcuni consigli per riconoscere le bufale meteo:1) Non vi fidate dei titoloni ad effetto: le notizie false spesso hanno titoli altisonanti scritti tutti in maiuscolo e con ampio uso di punti esclamativi.
    Sono spesso catastrofici e portano nomi strani.
    Se le affermazioni contenute in un titolo ti sembrano esagerate, probabilmente sono false.

    2) Fate ricerche sulle fonti della notizia: assicurati che la notizia sia scritta da una fonte di cui ti fidi e che ha la reputazione di essere attendibile. Se la notizia proviene da un’organizzazione che non conosci, controlla la sezione “Informazioni” della sua Pagina per scoprire meglio di cosa si tratta.
    3) Controllate le date: le date degli avvenimenti contenuti nelle notizie false potrebbero essere errate e la loro cronologia potrebbe non avere senso.
    4) Controllate che altre fonti riportino la stessa notizia: se gli stessi avvenimenti non vengono riportati da nessun’altra fonte, la notizia potrebbe essere falsa. Se la notizia viene proposta da fonti che ritieni attendibili, è più probabile che sia vera.
    5) Le tempistiche: le previsioni a lunga distanza sono sempre fatte per creare interesse. Non è assolutamente possibile sapere quello che accadrà tra due o tre mesi. Ma per dirvela tutta sappiate che anche oltre le 72 ore la previsione ha altissimo margine di errore.Arriva il disastro, “moriremo tutti” , è in arrivo l’era glaciale, avremo 55°C di sensazione termica, previsioni catastrofiche fatte a tre mesi di distanza. Queste sono alcune delle cose che si trovano in giro sul web scritte da siti interessati per lo più a guadagnare con i “click” della gente che non conoscendo la materia si fa trascinare in quello che possiamo definire meteo – terrorismo.
    Quindi sarebbe opportuno fare un po di chiarezza perché molto spesso alla meteorologia seria, fatta da professionisti, vengono preferite notizie con nomi di fantasia che non fanno altro che alimentare l’allarmismo, la disinformazione e la diffusione delle meteo-bufale.
    Ultima modifica di Fulvio; 09 September 2020 alle 19:02

  3. #3
    FISICO DELL' ATMOSFERA - RESPONSABILE SCIENTIFICO METEOLAND L'avatar di Andrew
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    VASTO - CH - 144 MT. S.L.M.
    Messaggi
    19,097

    Predefinito

    Arriva una mini-glaciazione?
    Sul web bufale e azzardi
    su una notizia del 2015 - La notizia ha fatto velocemente il giro del web e molti giornalisti e divulgatori l’hanno riportata su giornali nazionali, reti televisive e siti internet. Si tratta delle «previsioni» dell’astrofisica Valentina Zharkova della Northumbria University inglese, la quale profetizza una fase di mini-glaciazione di circa 30 anni, a causa della ridotta attività solare. Ma la notizia risale addirittura al 2015. E non è proprio così.
    Fu infatti nel giugno di 4 anni fa che la ricercatrice durante il National Astronomy Meeting, ha presentato un suo lavoro pubblicato sull’Astrophysical Journal, nel quale prevedere come si comporterà il Sole nei prossimi cicli undecennali. Come è noto infatti, il Sole aumenta di intensità nel numero di macchie con un andamento medio di 11 anni. Gli ultimi cicli, soprattutto quello che stiamo vivendo, è molto più debole dei precedenti. Ma - avvertono altri esperti mondiali - fare previsioni di comportamento dei cicli solari è davvero un azzardo.
    Un insieme di fattori, analizzati dalla ricercatrice, farebbero pensare che i prossimi cicli saranno ancor più deboli, tant’è che, secondo lei «l’attività solare nel 2030 si ridurrà del 60% rispetto alla media». E da qui è nato l’equivoco dei media, che si è amplificato nel corso degli anni: la riduzione (non dimostrata, ma solo ipotetica) del 60 per cento dell’attività, non significa la riduzione del 60 per cento della capacità del Sole di riscaldare la Terra, perché in quel caso, si sarebbe davanti alla prossima fine del mondo...A corredo della notizia dell’arrivo di una mini era glaciale, alcuni siti e gionali hanno pubblicato anche notizie storiche del 1600, come racconti il Tamigi ghiacciato nel 1677 (vi pattinarono da una sponda al’altra). Molto suggestivo, ma Zharkova nel suo intervento non aveva fatto riferimento ad alcun cambiamento climatico. Interpellata poi in seguito al clamore mediatico Zharkova ha riconosciuto che comunque, la riduzione dell’attività solare potrebbe essere paragonata a quella che si verificò attorno al 1600, ma che anche allora non si può certo parlare di «era glaciale», ma solo di una serie di inverni particolarmente rigidi.
    Secondo le previsioni di Zharkova comunque il prossimo minimo di attività solare dovrebbe durare meno del minimo di Mauder e cioè circa 3 cicli solari, pari a 30 anni. Una previsione comunque già fatta dalla Nasa e da altri enti scientifici alcuni anni or sono, allorché ci si accorse che l’attività solare stava rallentando. Ma come si sa, le previsioni a lungo termine di un fenomeno così complesso come il clima e l’interazione clima-Sole, difficilmente portano a conclusioni sicure. Così come è poco affidabile una previsione meterologica terrestre a più di una setyimana, figuriamoci i cicli del Sole...




    Ambiente


    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright

    Ultima modifica di Fulvio; 09 September 2020 alle 19:02

  4. #4
    COLLABORATORE ESPERTO
    Data Registrazione
    May 2018
    Località
    Milano
    Messaggi
    518

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Andrew Visualizza Messaggio
    Arriva una mini-glaciazione?
    Sul web bufale e azzardi
    su una notizia del 2015 - La notizia ha fatto velocemente il giro del web e molti giornalisti e divulgatori l’hanno riportata su giornali nazionali, reti televisive e siti internet. Si tratta delle «previsioni» dell’astrofisica Valentina Zharkova della Northumbria University inglese, la quale profetizza una fase di mini-glaciazione di circa 30 anni, a causa della ridotta attività solare. Ma la notizia risale addirittura al 2015. E non è proprio così.
    Fu infatti nel giugno di 4 anni fa che la ricercatrice durante il National Astronomy Meeting, ha presentato un suo lavoro pubblicato sull’Astrophysical Journal, nel quale prevedere come si comporterà il Sole nei prossimi cicli undecennali. Come è noto infatti, il Sole aumenta di intensità nel numero di macchie con un andamento medio di 11 anni. Gli ultimi cicli, soprattutto quello che stiamo vivendo, è molto più debole dei precedenti. Ma - avvertono altri esperti mondiali - fare previsioni di comportamento dei cicli solari è davvero un azzardo.
    Un insieme di fattori, analizzati dalla ricercatrice, farebbero pensare che i prossimi cicli saranno ancor più deboli, tant’è che, secondo lei «l’attività solare nel 2030 si ridurrà del 60% rispetto alla media». E da qui è nato l’equivoco dei media, che si è amplificato nel corso degli anni: la riduzione (non dimostrata, ma solo ipotetica) del 60 per cento dell’attività, non significa la riduzione del 60 per cento della capacità del Sole di riscaldare la Terra, perché in quel caso, si sarebbe davanti alla prossima fine del mondo...A corredo della notizia dell’arrivo di una mini era glaciale, alcuni siti e gionali hanno pubblicato anche notizie storiche del 1600, come racconti il Tamigi ghiacciato nel 1677 (vi pattinarono da una sponda al’altra). Molto suggestivo, ma Zharkova nel suo intervento non aveva fatto riferimento ad alcun cambiamento climatico. Interpellata poi in seguito al clamore mediatico Zharkova ha riconosciuto che comunque, la riduzione dell’attività solare potrebbe essere paragonata a quella che si verificò attorno al 1600, ma che anche allora non si può certo parlare di «era glaciale», ma solo di una serie di inverni particolarmente rigidi.
    Secondo le previsioni di Zharkova comunque il prossimo minimo di attività solare dovrebbe durare meno del minimo di Mauder e cioè circa 3 cicli solari, pari a 30 anni. Una previsione comunque già fatta dalla Nasa e da altri enti scientifici alcuni anni or sono, allorché ci si accorse che l’attività solare stava rallentando. Ma come si sa, le previsioni a lungo termine di un fenomeno così complesso come il clima e l’interazione clima-Sole, difficilmente portano a conclusioni sicure. Così come è poco affidabile una previsione meterologica terrestre a più di una setyimana, figuriamoci i cicli del Sole...




    Ambiente


    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright

    Grazie del chiarimento, avevo letto degli studi della Zharkova, ma gli articoli che ne parlavamo erano scritti da giornalisti farlocchi che si atteggiavano al ruolo di scienziati in cerca di attirare l'attenzione.
    Sono almeno 10 anni che annunciano una nuova Mini era glaciale, ma credo che in pochi sappiano cosa sia un'era glaciale. Sappiamo che la PEG ebbe inizio più o meno con l'epidemia di peste del 1300. Durò sino alla metà del 1800 , ma non furono 5 secoli di gelo assoluto,nel mezzo ci furono anche fasi calde della durata di alcuni decenni. Quindi, anche se iniziasse una nuova Peg, non corriamo il rischio di trovarci i pinguini davanti casa come vorrebbero farci credere.

  5. #5
    FISICO DELL' ATMOSFERA - RESPONSABILE SCIENTIFICO METEOLAND L'avatar di Andrew
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    VASTO - CH - 144 MT. S.L.M.
    Messaggi
    19,097

    Predefinito

    Ora vedremo cosa ci riservera' quest'Autunno e soprattutto quest'altro ennesimo Inverno alle porte che sta' per arrivare. Vedremo quale e quanto calo termico avremo in sostanza GLOBALMENTE MA FOSSE PURE SOLO EMISFERICAMENTE, BASTEREBBE GIA'... ... ..

    Gia' le prime map stagionali del centro Euro ECMWF sono .... .... .... SCORAGGIANTI ! SOPRAMEDIA NEL TRIMESTRE FREDDO TRA 1° E 1.5° !!! ... .... ..annamo bene....!

  6. #6
    FISICO DELL' ATMOSFERA - RESPONSABILE SCIENTIFICO METEOLAND L'avatar di Andrew
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    VASTO - CH - 144 MT. S.L.M.
    Messaggi
    19,097

    Predefinito


  7. #7
    FISICO DELL' ATMOSFERA - RESPONSABILE SCIENTIFICO METEOLAND L'avatar di Andrew
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    VASTO - CH - 144 MT. S.L.M.
    Messaggi
    19,097

    Predefinito


  8. #8
    FISICO DELL' ATMOSFERA - RESPONSABILE SCIENTIFICO METEOLAND L'avatar di Andrew
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    VASTO - CH - 144 MT. S.L.M.
    Messaggi
    19,097

    Predefinito

    Con l'Artico letteralmente " a pezzi" con new records di FUSIONE DEI GHIACCI [ faccio notare che i periodi d'esame della fusione sono tutti Settembrini , quindi della stessa datatura perche' e' ad oggi, ossia meta' /fine Settem. che si esamina la fusione....] e con la proiezione per un Autunno/ Inverno del genere, c'è chi parla ancora d'effetti solo ......naturali ! FOrse la naturalita' la stanno perdendo proprio essi .. .. ..

  9. #9
    FISICO DELL' ATMOSFERA - RESPONSABILE SCIENTIFICO METEOLAND L'avatar di Andrew
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    VASTO - CH - 144 MT. S.L.M.
    Messaggi
    19,097

    Predefinito

    L'incredibile Mare CALDO NEI PRESSI DELLA LAPPONIA !

  10. #10
    FISICO DELL' ATMOSFERA - RESPONSABILE SCIENTIFICO METEOLAND L'avatar di Andrew
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    VASTO - CH - 144 MT. S.L.M.
    Messaggi
    19,097

    Predefinito


Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •