Pagina 211 di 211 PrimaPrima ... 111161201209210211
Risultati da 2,101 a 2,102 di 2102

Discussione: The climate change discussion

  1. #2101
    FISICO DELL' ATMOSFERA - RESPONSABILE SCIENTIFICO METEOLAND L'avatar di Andrew
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    VASTO - CH - 144 MT. S.L.M.
    Messaggi
    18,061

    Predefinito

    Chi sono i negazionisti del surriscaldamento globale?

    Gira da settimane, in particolare, la notizia di una petizione (che trovate qui) firmata da 500 scienziati, secondo i quali il fatto che il surriscaldamento globale sia causato dall’uomo sarebbe un’idiozia non verificata. Ovviamente, questa sola notizia è stata più che sufficiente per rafforzare nei negazionisti da bar il loro bias di conferma e la loro voglia di fare la voce “fuori dal coro” per sentirsi importanti. Pur senza avere alcuna competenza in merito ed anzi senza neppure essersi presi la briga di leggere la petizione e informarsi sui suoi promotori.E allora facciamolo noi: chi sono questi “scienziati” e cosa dicono esattamente?
    I promotori della petizione

    Tanto per cominciare, la petizione parla di questi 500 esperti e tuttavia non è dato sapere chi essi siano; è piuttosto insolito che chi vuole sostenere una teoria che ritiene solida e comprovata si guardi bene dal metterci la faccia, non trovate?Ci sono tuttavia i nomi dei promotori, 13 soggetti in tutto. Chi sono? Climatologi, ambientalisti, esperti del settore?Non esattamente. Come verificato dal giornale Open in questo articolo, si tratta di un ingegnere (che lavora per la Shell…ma dai?), due geologi, un giornalista, un consulente energetico di società estrattive (ma dai…?), il Presidente di una società che difende l’uso del carbone fossile (ma dai…?), due filosofi, un produttore di vini, un biologo, un chimico, un ereditiere, un matematico e (finalmente!) un climatologo: tale Richard Lindzen. Ovviamente, nessuno di loro ha mai prodotto una sola pubblicazione scientifica sull’argomento, il che significa che la loro convinzione non è basata su alcuna esperienza, competenza, analisi o studio di sorta.Nessuno a parte Lindzen, che è però già conosciuto nell’ambiente come negazionista e peraltro è già stato criticato in più occasioni per la fallacia e la superficialità di certe sue argomentazioni sul clima.
    Cosa dice la petizione

    Una superficialità, quella del nostro esperto, che sembra emergere anche nella stessa petizione, che afferma già nella sua introduzione tutta una serie di amenità ed errori grossolani Nella stessa, infatti, non solo non viene riportata alcuna tesi specificaalcuno studio ma solo una serie di congetture e affermazioni prive di riscontro, ma il contenuto presenta in molti casi errori banali sul lato tecnico. Inoltre, la petizione non riporta alcuna fonte scientifica, neanche una.Ma vediamo meglio il contenuto di questa petizione (per maggiori dettagli, vi rimando a quest’altro video che la commenta).
    “Le temperature non sono aumentate in modo anomalo”

    Ad esempio, la petizione si basa sul presupposto che
    «La piccola era glaciale si è conclusa solo di recente, intorno al 1850, quindi non sorprende che oggi stiamo vivendo un periodo di riscaldamento. Il caldo, intanto, cresce con un ritmo inferiore alla metà di quanto era stato inizialmente previsto e meno della metà di ciò che ci si poteva aspettare».
    Un’affermazione che, come visto dai grafici precedenti, appare superficiale, non circostanziata e non corrispondente alla realtà specifica, dal momento che non tiene conto del fatto che l’aumento delle temperature non è affatto “un normale periodo di riscaldamento susseguente ad una era glaciale“, ma anzi un aumento che ha subito un’impennata del tutto anomala proprio a partire dagli anni ’60, in coincidenza con l’aumento della produzione di gas serra. Circostanza di cui abbiamo prove incontrovertibili e che quindi è abbastanza grave che venga ignorata con tanta superficialità da un climatologo.
    “La Co2 fa bene”

    E poi ancora:
    «La Co2 non è un inquinante. È anzi essenziale per tutta la vita sulla Terra. La fotosintesi è una benedizione. Più Co2 fa bene alla natura, rende il globo verde: l’aggiunta di anidride carbonica nell’aria ha portato ad un aumento della biomassa vegetale globale. È anche buono per l’agricoltura, aumentando i raccolti in tutto il mondo».
    Non credo serva una laurea in climatologia per capire l’infantilità di una simile affermazione. Certo che la Co2 serve ai vegetali per la fotosintesi; ma il problema non è l’anidride carbonica in sé, ma la sua quantità nell’atmosfera, perché se è vero che una giusta dose è fondamentale per quei processi, un eccesso di Co2 può invece alzare le temperature e alterare fino a distruggere interi ecosistemi. Ed è una cosa così banale che è risaputa anche dai non addetti ai lavori.Sarebbe dunque come dire che siccome l’acqua è importante per l’organismo umano, non c’è nulla di male nel berne 70 galloni al giorno.

  2. #2102
    FISICO DELL' ATMOSFERA - RESPONSABILE SCIENTIFICO METEOLAND L'avatar di Andrew
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    VASTO - CH - 144 MT. S.L.M.
    Messaggi
    18,061

    Predefinito

    Quando andate in giro per i social a dire che la teoria del ruolo antropico sul global warming è tutta da verificare, che non c’è consenso scientifico e che ci sono anzi “millemila” esperti che hanno “millemila” prove del contrario – salvo poi non saperle neanche fornire – sappiate che ciò che realmente state dicendo è: dei sedicenti ma anonimi esperti, supportati dai produttori di carbon-fossile, dai produttori di vino e dai filosofi, avrebbero smentito l’intera comunità scientifica mondiale, che fonda le sue conclusioni sulle analisi incrociate, le verifiche e gli studi che hanno prodotto i grafici indicati qui sopra e centinaia di altre evidenze lungo l’arco di decenni. E lo avrebbero fatto dicendo che “l’anidride carbonica è un toccasana” e che “non è vero che la temperatura è aumentata sensibilmente“, senza però saper fornire alcuno studio né aver mai prodotto alcuna pubblicazione o analisi in merito. Ma loro hanno ragione e l’intera comunità scientifica mondiale ha torto.Questi sono i fatti. Ecco perché che il surriscaldamento globale sia principalmente causato dall’uomo non è una congettura o una “tesi dibattuta” a cui la gente crede solo perché lo dice Greta Thunberg, ma una certezza confermata da tutti gli studi mondiali, che non trova ad oggi una sola obiezione scientifica valida e verificabile. Punto.Quindi smettetela di fare i professori per darvi un tono su materie che non conoscete per niente e lasciate che a queste cose pensino gli esperti, se non volete fare figuracce come quella che vi lascio a questo link.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •