Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 42

Discussione: I FLUSSI DI CALORE (Heat Flux) LATENTI SUGLI OCEANI UTILI PER I WARMING DEL VP

  1. #1
    FISICO DELL'ATMOSFERA
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    vasto
    Messaggi
    8,763

    Predefinito I FLUSSI DI CALORE (Heat Flux) LATENTI SUGLI OCEANI UTILI PER I WARMING DEL VP

    Le migliori stime correlate a dei possibili H.F. o flussi di calore, sensibili o latenti, sulla superfice degli Oceani vengono calcolate attraverso l'uso satellitare di dati denom. NWP e sono ottenuti tramite un'attenta analisi obbiettiva, cosi' da avere una stima dell'OA FLUX, che puo' essere termico latente o sensibile e questo s'ottiene con un data-set forniti per completare le stime di possibilita' di flussi.

    L'analisi oggettiva denota il processo di sintetizzazione di misure/preventivi da varie fonti. La metodologia che disciplina l'analisi oggettiva E' IL GAUSS-MARKOV TEOREM, una teoria di stima statistica standard, che informa , quando si combinano dati in modo LINEARE , l'estimatore di minimi di quadrato lineare ,che è lo stimatore piu' efficiente.

    Tale processo riduce l'errore di ciascuna origine di dati input e produce una stima CHE HA LA MINIMA VARIANZA.
    Cio' significa che l'analisi di OA FLUX prende gli errori dei dati in considerazione quando si costruiscono migliorandone la stima finale relativa all t° di superfice oceanica e delle variabili meteorologiche.

    FLUSSO DI CALORE NETTO [ Qnet flux] calcolo :

    Qnet = SW-LW-LH-SH dove SW denota una radiazione netta di calore verso il basso

    LW invece un netto rialzo della radiazione della LONG WAVE

    LH un flusso di calore latente ed SH un FLUSSO DI CALORE sensibile. L'unita' e W/m2

    Attualmente Qnet è una combinazione di LH OA FLUX e SH con SW ed LW.

    Il Data Set risultante dal Qnet [griglia di 1° quotidiano e mensile] SONO VALIDI A RAPPRESENTARE LA VARIABILITA' DI FLUSSO SUL SINOTTICO-STAGIONALE-SCALA CRONOLOGICA INTERANNUALE,

    TUTTAVIA Qnet non è preciso al 100%, c'è una variabilita' di c.a. 30W/m2 sulla media degli Oceani globale

    Si sta' lavorando pe riequilibrare questa media di radiazione di OAFLUX, per ottenere un prodotto di FLUSSO DI CALORE NETTO GLOBALE EQULIBRATO.

    So che questo è per i piu' esperti ma lo studio, ed oggi v'ho dato alcune info, SUGLI HEAT FLUX in questo frangente E' MOLTO IMPORTANTE PER I DISTURBI AL VP/VPS, e questa è una piccola introduzione al merito del lavoro che si sta' facendo. Grazie dell'attenzione, Andrew -

  2. #2
    FISICO DELL'ATMOSFERA
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    vasto
    Messaggi
    8,763

    Predefinito


  3. #3
    FISICO DELL'ATMOSFERA
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    vasto
    Messaggi
    8,763

    Predefinito


  4. #4
    FISICO DELL'ATMOSFERA
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    vasto
    Messaggi
    8,763

    Predefinito


  5. #5
    FISICO DELL'ATMOSFERA
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    vasto
    Messaggi
    8,763

    Predefinito

    Come nasce un HEAT FLUX :

  6. #6
    FISICO DELL'ATMOSFERA
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    vasto
    Messaggi
    8,763

    Predefinito


  7. #7
    FISICO DELL'ATMOSFERA
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    vasto
    Messaggi
    8,763

    Predefinito


  8. #8
    FISICO DELL'ATMOSFERA
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    vasto
    Messaggi
    8,763

    Predefinito


  9. #9
    FISICO DELL'ATMOSFERA
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    vasto
    Messaggi
    8,763

    Predefinito


  10. #10
    FISICO DELL'ATMOSFERA
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    vasto
    Messaggi
    8,763

    Predefinito


Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •