Le ultime notizie che ci giungono dall'Artico non sono quel che si puo' definire un resoconto ottimale per la sede piu' importante delle vicende meteorologiche ma piu' ancor climatiche dell'Emisfero Boreale ma sostanzialmente del pianeta, perché i due Poli sono entrambi importantissimi a questo cospetto. Certamente le vicende del Ns Emisfero son maggiorm. legate al Polo nord , al suo "pack" semi e permanente di ghiacci e allo stato generale di quell'area e quindi avere degli aggiornamenti non certo esaltanti non depone verso una stabilita' conseguenziale di tutti gli effetti dovuti a questa causa. La principale osservazione verte sulla fusione e i suoi tempi , che si sono velocizzati negli ultimi anni ma soprattutto in questi ultimi due, il 2014 e il 15', in cui s'è potuto apprezzare da riprese e registraz. video SAT, quanto repentinamente il ghiccio impieghi a sciogliersi in aree e porzioni dove prima si conservava assai meglio. Sara' senz'altro il "trionfo" dei sostenitori (se trionfo possa mai esservi...) dell'AGW, che sventoleranno di nuovo bandiere al vento sulla questione e si puo' immaginare con quale supporto, visto che tale notizia li suffraga o lo farebbe notevolmente ma...
nonostante tutto, ad un buon uomo di Scienza [notare la maiusc. (!!) ] tutto cio', non fa' altro che approfondire gli studi , le osservaz. e tutto quanto lo possa condurre verso una VERITA' CLIMATICA , PIU' CICLICAMENTE POXIBLE, E NON ALLE SOLITE ENFASI, DEGLI APPORTI ANTROPICI EDISASTRI VARI..
Anche perché, nel contempo , l'altra parte Emisferica, quella Sud, gode d'ottima salute.
Si potra' , e molti lo faranno, obbiettare che, sia proprio questo il maggior punto : cioe' , che, l'Emisfero Nord soffra un alto G.W., perché maggiorm. ricoperto da Terre emerse e abitato, mentre quello Sud viceversa sia piu' composto da Oceani.. NO !
E' un gran errore in cui molti, debbo dire anche in buona fede ma ricadono; non e' cosi'. Se lo fosse , da DECENNI, avremmo dovuto osservare un innalzamento di tutte le SSt dell'Emisfero Sud, cosa che avrebbe nel giro d'un paio di essi, di decenni, intercesso alla fine anche con l'altro Polo, l'Antartide. Invece no, esso gode di straordinaria salute, troppa questa differenza con lo spiegarsi, supposto da "quei" taluni, di questa spiegazione.
C'è ben dell'altro dietro. Un certo qual effetto antropico vi è, innegabile ma non spiega questo stato di cose. Una fase attuale di precessione astronomica lo spiegherebbe assai meglio, visto che in alcune di queste fasi, i due Emisferi sono molto diseguali in rapporto all'irradianza solare ricevuta.
Gli approfondimenti con ausili sempre piu' moderni e all'avanguardia proseguono ma il fattore ciclico sembra prendere corpo tra i PALEOCLIMATICI piu' autorevoli, che pensano gia' ad una fase lunga e forse anche sconosciuta per la breve vita dell'uomo. Comunque terremo aperto e in aggiornamento questo topic che ci illustra la fase climatica cui andremo incontro, oltre al fatto di resoconti sullo stato dei due Poli, che potrebbe avere sviluppi interessanti nell'immediato futuro.