Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 20

Discussione: DIDATTICA:XCHE', PUR SENZA INDICI DI RILIEVO (tlc) ONDE CALDE?

  1. #1
    FISICO DELL'ATMOSFERA
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    vasto
    Messaggi
    8,763

    Predefinito DIDATTICA:XCHE', PUR SENZA INDICI DI RILIEVO (tlc) ONDE CALDE?

    Ad un amico che all'inizio di Maggio mi chiese un parere sulla stagione che s'approssimava calda, insistendo sull' AMO (Atl. Multid. Oscill.) 'basso' , risposi : be' , se ci metti il vermiciattoloe quest' amo è comedici basso, ....forse prenderai qualcosa!! Se peschi...
    ma se invece vuoi scrutare degli indizi, che vanno al di la' degli index , specie quando questi son multidecennali o cmq, ad inversione non nel "breve", allora devi affidarti a chi della fisica dell'atmosfera né sappia qualcosa[non io, io ero l'ultimo del corso....ahime']..
    allora; cosa accade durante il solstizio estivo : uno studio negli USA, confermo' questa teoria alcuni anni orsono, dandogli affidabilita' e pratica.
    Ecco : la Terra è sferica come sappiamo, e durante il periodo caldo per l'emisfero settentr., pur essendo piu' lontani dalla ns Stella , il Sole, siamo con la ns porzione dell'emisf. , piu' affacciati a costei, cioè il volto della nostra porzione del globo, è in piena esposizione diretta ai raggi.
    Cio' fa si che, essendo appunto sferico un pianeta, come tutte le sfere in fisica sottoposte ad una fonte distante di calore, avranno la loro zona Equatoriale piu' calda , e man a mano che ci si allontanera' verso i poli della sfera, s'avra' un dissiparsi del calore. Questo a qualunque sfera a cio', esposta.
    La Terra, ha in piu' l'atmosfera. Un elemento gassoso a composizione chimica interagente a questo fattore , prima descritto.
    Da qui , o studio che condusse a visionare cosa accadesse in REGIME DI SURRISCALDAM. ESTIVO , DALL'EQUATORE VERSO I POLI: EBBENE SI RICAVARONO I COSIDETTI "HEAT -FLUX". Essi, infatti sono il DISSIPARSI DEL CALORE CUI PRIMA SI FACEVA ACCENNO, dalla zona Equator. , verso le alte latitudini.
    E cosi facendo, poiche esistono ad una certa latitudine nell'atmosfera le ONDE DI ROOSBY, ONDE CHE HANNO DIREZ. OVEST -EST, E NEL CUI INTERNO RITROVIAMO DUE IMPORTANTI JET: IL POLARE ED IL SUBTROP. , PIU' BASSO.
    Ma quei Flux, gli Heat F., prima citati, sono in grado specie nel semestre piu' Hot, e in Estate, d'interrompere il normale decorso del regime Roosbyano, RALLENTANDO NOTEVOMENTE L'ONDILAZIONE DEL JET Polare, e circoscrivendolo proprio nell'area del Circolo P. marittimo, esso è impedito a scendere. Verso mezza o fine estiva , questi FLUX HOT , decrescono e spesso , come vedremo anche in AGOSTO, si hanno le prime incursioni dell'azione Atlantica , proprio perché il Jet , riesce a RI-PENETRARE A PIU' BASSE LATITUDINI E NON A RIMANERE CONFINATO LASSU' DA DETTI FLUX.
    Ecco perché, l'indicazione dei vari TLC, delle anomalie in genere, delle SST dei mari , puo' essere utilissima e di fatto lo è senz'altro MA, puo' capitare d'avere a causa principale del Flux Solare in quel periodo, un estate torrida per qualche continente dell'emisfero preso in esame , senza che alcun TLC , sia particolarmente ....SBILANCIATO!
    E in molti , tanti, restano, come dire un po' "sorpresi" dall'evoluzione stagionale che si puo' avere. Né ITCZ, Né AMO (x pescare men che mai...) ne QBO, talvolta..., altre volte SI. Saluto gli amici

  2. #2
    Meteorologo L'avatar di Fulvio
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Dolzago - LC 298 mt. s.l.m.
    Messaggi
    12,169

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da andrew Visualizza Messaggio
    Ad un amico che all'inizio di Maggio mi chiese un parere sulla stagione che s'approssimava calda, insistendo sull' AMO (Atl. Multid. Oscill.) 'basso' , risposi : be' , se ci metti il vermiciattoloe quest' amo è comedici basso, ....forse prenderai qualcosa!! Se peschi...
    ma se invece vuoi scrutare degli indizi, che vanno al di la' degli index , specie quando questi son multidecennali o cmq, ad inversione non nel "breve", allora devi affidarti a chi della fisica dell'atmosfera né sappia qualcosa[non io, io ero l'ultimo del corso....ahime']..
    allora; cosa accade durante il solstizio estivo : uno studio negli USA, confermo' questa teoria alcuni anni orsono, dandogli affidabilita' e pratica.
    Ecco : la Terra è sferica come sappiamo, e durante il periodo caldo per l'emisfero settentr., pur essendo piu' lontani dalla ns Stella , il Sole, siamo con la ns porzione dell'emisf. , piu' affacciati a costei, cioè il volto della nostra porzione del globo, è in piena esposizione diretta ai raggi.
    Cio' fa si che, essendo appunto sferico un pianeta, come tutte le sfere in fisica sottoposte ad una fonte distante di calore, avranno la loro zona Equatoriale piu' calda , e man a mano che ci si allontanera' verso i poli della sfera, s'avra' un dissiparsi del calore. Questo a qualunque sfera a cio', esposta.
    La Terra, ha in piu' l'atmosfera. Un elemento gassoso a composizione chimica interagente a questo fattore , prima descritto.
    Da qui , o studio che condusse a visionare cosa accadesse in REGIME DI SURRISCALDAM. ESTIVO , DALL'EQUATORE VERSO I POLI: EBBENE SI RICAVARONO I COSIDETTI "HEAT -FLUX". Essi, infatti sono il DISSIPARSI DEL CALORE CUI PRIMA SI FACEVA ACCENNO, dalla zona Equator. , verso le alte latitudini.
    E cosi facendo, poiche esistono ad una certa latitudine nell'atmosfera le ONDE DI ROOSBY, ONDE CHE HANNO DIREZ. OVEST -EST, E NEL CUI INTERNO RITROVIAMO DUE IMPORTANTI JET: IL POLARE ED IL SUBTROP. , PIU' BASSO.
    Ma quei Flux, gli Heat F., prima citati, sono in grado specie nel semestre piu' Hot, e in Estate, d'interrompere il normale decorso del regime Roosbyano, RALLENTANDO NOTEVOMENTE L'ONDILAZIONE DEL JET Polare, e circoscrivendolo proprio nell'area del Circolo P. marittimo, esso è impedito a scendere. Verso mezza o fine estiva , questi FLUX HOT , decrescono e spesso , come vedremo anche in AGOSTO, si hanno le prime incursioni dell'azione Atlantica , proprio perché il Jet , riesce a RI-PENETRARE A PIU' BASSE LATITUDINI E NON A RIMANERE CONFINATO LASSU' DA DETTI FLUX.
    Ecco perché, l'indicazione dei vari TLC, delle anomalie in genere, delle SST dei mari , puo' essere utilissima e di fatto lo è senz'altro MA, puo' capitare d'avere a causa principale del Flux Solare in quel periodo, un estate torrida per qualche continente dell'emisfero preso in esame , senza che alcun TLC , sia particolarmente ....SBILANCIATO!
    E in molti , tanti, restano, come dire un po' "sorpresi" dall'evoluzione stagionale che si puo' avere. Né ITCZ, Né AMO (x pescare men che mai...) ne QBO, talvolta..., altre volte SI. Saluto gli amici
    ecco quello che in tanti si chiedono e che prontamente l'ottimo andrew ha esplicato in maniera esaustiva e comprensibile anche ai meno esperti. Discorso da continuare e poi se l'umore lo permette da pubblicare in home nella sezione didattica ovviamente a suo nome.

  3. #3
    FISICO DELL'ATMOSFERA
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    vasto
    Messaggi
    8,763

    Predefinito

    Onda calda anche senza Tlc sbilanciatipag. number two-Abbiamo visto un aspetto che puo' condurre verso tale fenomenologia d'onde calde dal continente nero, verso l'area o zone , Mediterranea. Gia' ma perché allora non accadeva in passato , o semmai vi fossero lo erano in numero minore , rispetto a cui s'affacciano oggi o risalgono?Bene, una figura che tutti conoscono e molti di questi tempi, amerebbero veder di piu', era senza dubbio l'Alta press. delle Azzorre. Ma essa ha delocalizzato il suo massimo pressorio piu' in Atlantico e quindi non offre la consueta difesa con la "spanciatura" verso est nel periodo caldo, che offriva in un passato neppure troppo lontano.Gia', ma perché? Una tra le tesi di questo fenomeno, viene individuata dal fatto che la corrente del golfo del Mexico, abbia deviato il suo corso , piu' al centro Atlantico. E quindi , poiché le figure barocline d'alta oceancihe , son maggiormente attratte da acque piu' calde, la fig. Azzorriana si sarebbe accentrata verso quella porzione d'oceano, piu' congrua. Cosi' facendo , da un paio di decenni, essa s'espande di meno verso la zona Med., lasciando il campo all'Hp Africano di risalire qundo ne è il caso, ossia il quadro configurativo. E' l'unica verita'? No, certamente ma è un indizio molto valido , dal momnto che il mare è il principale driver di tutto il sistema climatico globale. Altre teorie e studi, approfondiranno il tema, relgando a qest'esposizione maggiore affidabilita'. Personalmente e modestamente , gli darei un bel credito. At proxima

  4. #4
    Meteorologo L'avatar di Fulvio
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Dolzago - LC 298 mt. s.l.m.
    Messaggi
    12,169

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da andrew Visualizza Messaggio
    Onda calda anche senza Tlc sbilanciatipag. number two-Abbiamo visto un aspetto che puo' condurre verso tale fenomenologia d'onde calde dal continente nero, verso l'area o zone , Mediterranea. Gia' ma perché allora non accadeva in passato , o semmai vi fossero lo erano in numero minore , rispetto a cui s'affacciano oggi o risalgono?Bene, una figura che tutti conoscono e molti di questi tempi, amerebbero veder di piu', era senza dubbio l'Alta press. delle Azzorre. Ma essa ha delocalizzato il suo massimo pressorio piu' in Atlantico e quindi non offre la consueta difesa con la "spanciatura" verso est nel periodo caldo, che offriva in un passato neppure troppo lontano.Gia', ma perché? Una tra le tesi di questo fenomeno, viene individuata dal fatto che la corrente del golfo del Mexico, abbia deviato il suo corso , piu' al centro Atlantico. E quindi , poiché le figure barocline d'alta oceancihe , son maggiormente attratte da acque piu' calde, la fig. Azzorriana si sarebbe accentrata verso quella porzione d'oceano, piu' congrua. Cosi' facendo , da un paio di decenni, essa s'espande di meno verso la zona Med., lasciando il campo all'Hp Africano di risalire qundo ne è il caso, ossia il quadro configurativo. E' l'unica verita'? No, certamente ma è un indizio molto valido , dal momnto che il mare è il principale driver di tutto il sistema climatico globale. Altre teorie e studi, approfondiranno il tema, relgando a qest'esposizione maggiore affidabilita'. Personalmente e modestamente , gli darei un bel credito. At proxima
    Anche secondo il mio modesto parere il mare e il sole sono i primi registi del clima e la latitanza dell'azzoriano complice le SSTA hanno fatto il resto, c'è da sperare che l'Azzoriano possa tornare a casa e regolarizzare le nostre stagioni. Discorso da continuare.

  5. #5
    FISICO DELL'ATMOSFERA
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    vasto
    Messaggi
    8,763

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Fulvio Visualizza Messaggio
    ecco quello che in tanti si chiedono e che prontamente l'ottimo andrew ha esplicato in maniera esaustiva e comprensibile anche ai meno esperti. Discorso da continuare e poi se l'umore lo permette da pubblicare in home nella sezione didattica ovviamente a suo nome.
    Grazie Fulvio, troppa grazia.

  6. #6
    FISICO DELL'ATMOSFERA
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    vasto
    Messaggi
    8,763

    Predefinito

    Stage n° tree - didattica climatica- LA NAO - , E LE RISALITE SUBTROPICALI A SUA CAUSA.

    Vediamo ora quando un importante indice teleconnettivo, possa essere , allorquando in flessione e di valore neg.(-), artefice in estate di risalite dell'anticiclone Afro.
    Quando la NAO, è leggermente negativa, sul comparto nord Atlantico avremo il predominio del Jet Polare, ossia un ramo del suddetto in uscita dalla Groenlandia e passante per il vortice Islandese, arriva sin alle medie latituidini. Questa è la consuetudine.
    Ma c'è un altro effetto da tutto cio': sovente , specie ad inizio estivo o cmq nei principi stagionali, questa repentina discesa del ramo del JET, passando per quelle zone incontra il "formatosi gia' HP AZZORRIANO" ma, lo incide letteralmente, ovvero lo 'spezza' tranciandolo e facendo sì, che esso resti cosi' confinato la', in alto ATLANT. , al largo.
    Tale JET, prosegue la sua corsa cosi verso est (Algeria -MArocco Atlantici) ed incontra nell'immediato entroterra , all'incirca sui 30° latitudine nord, l'Hp continentale subtropicale, e ne sospinge con la sua forza discendente, un promontorio verso nord- nord est, facile intuire che la', ci siamo noi del Mediterraneo. Il vortice Islandese resta confinato ad agire su latitudini Euro Scandinave.
    Ecco ,quindi un caso, in cui seppur abbiamo N.A.O. in fase anche conclamata negat., possiamo avere in estate , risalite dell'Hp Afro, anche d'un certo spessore.

  7. #7
    Mauro
    Guest

    Predefinito Perfetto. E allora?

    Citazione Originariamente Scritto da andrew Visualizza Messaggio
    Stage n° tree - didattica climatica- LA NAO - , E LE RISALITE SUBTROPICALI A SUA CAUSA.

    Vediamo ora quando un importante indice teleconnettivo, possa essere , allorquando in flessione e di valore neg.(-), artefice in estate di risalite dell'anticiclone Afro.
    Quando la NAO, è leggermente negativa, sul comparto nord Atlantico avremo il predominio del Jet Polare, ossia un ramo del suddetto in uscita dalla Groenlandia e passante per il vortice Islandese, arriva sin alle medie latituidini. Questa è la consuetudine.
    Ma c'è un altro effetto da tutto cio': sovente , specie ad inizio estivo o cmq nei principi stagionali, questa repentina discesa del ramo del JET, passando per quelle zone incontra il "formatosi gia' HP AZZORRIANO" ma, lo incide letteralmente, ovvero lo 'spezza' tranciandolo e facendo sì, che esso resti cosi' confinato la', in alto ATLANT. , al largo.
    Tale JET, prosegue la sua corsa cosi verso est (Algeria -MArocco Atlantici) ed incontra nell'immediato entroterra , all'incirca sui 30° latitudine nord, l'Hp continentale subtropicale, e ne sospinge con la sua forza discendente, un promontorio verso nord- nord est, facile intuire che la', ci siamo noi del Mediterraneo. Il vortice Islandese resta confinato ad agire su latitudini Euro Scandinave.
    Ecco ,quindi un caso, in cui seppur abbiamo N.A.O. in fase anche conclamata negat., possiamo avere in estate , risalite dell'Hp Afro, anche d'un certo spessore.
    Tutto molto interessante Andrew. Ma lei è proprio convinto che l'andamento delle temperature sia davvero ciclico e destinato a tornare alla normalità?
    Il fatto che la corrente del golfo devii dal suo tradizionale percorso, che nostro emisfero negli ultimi 15 anni si siano registrate le più alte temperature medie, dacché esistono le misurazioni sistematiche, le sembra davvero una cosa 'normale'?
    Qui a Roma in una piazzetta vicino a via del Corso è esposto e periodicamente aggiornato, un grafico, teneramente ancora redatto a mano, che mostra (alla stessa ora e giorno e nella stessa piazza) la registrazione delle temperature (dal 1850 ad oggi) in parecchi giorni salienti dell'anno.
    Le curve (praticamente omotetiche e crescenti) letteralmente si impiccano veso l'alto negli ultimi vent'anni e io, che ho purtroppo passato il mezzo secolo, posso garantirle che negli ultimi 50 anni Roma ha mutato il suo clima con una rapidità impressionante (per favore non mi parlate delle isole di calore cittadine et similia; capisco tutto ma non riduciamo sempre le questioni serie ai minimi termini).
    Lungi da me il desiderio di improvvisare logiche curvaiole da stadio e di inneggiare al freddo o di maledire il caldo (a cosa servirebbe, poi?) ma sono (credo legittimamente) preoccupato da variazioni climatiche improvvise e imprevedibili (mai viste ondate di caldo e improvvise tempeste d'acqua e grandine come in quest'ultimo decennio, per tacere della concentrazione anomala delle piogge).
    Immagino la sua probabile obiezione che l'arco di una vita umana sia piccolo rispetto ai cicli della natura, tuttavia mi pare buffo che persone ragionevoli e competenti continuino a lambiccarsi i cervello per individuare una 'teoria del tutto' climatica, l'algoritmo che finalmente consenta predizioni del tempo esatte anche nel medio termine, quando nel lungo termine (non me ne voglia Keynes per l'abituale abuso) rischiamo di essere tutti morti... di caldo, però.
    Tra l'altro le confesso di non credere che la comunità scientifica sia così equamente divisa nel giudicare le modificazioni climatiche frutto di naturali oscillazioni o decisamente influenzate dall'azione antropica.
    A me sembra (e molti amici competenti me lo confermano) che moltissimi scienziati siano decisamente a favore della seconda ipotesi.
    E questo spiegherebbe ampiamente anche il motivo per cui i vecchi indici di riferimento sembrano non funzionare così bene (per usare un eufemismo) in chiave predittiva. Ma forse comincio ad invecchiare e le mie sono sensazioni erronee...
    Buona gioventù a tutti

  8. #8
    Non Registrato
    Guest

    Predefinito

    Perfetto, lei esordisce con un errore , pero'! D'v'è che nell'articolo c'è scritto che le t° abbiano o dovranno avere tale decorso??
    Quella è una spiegazione alle onde di calore mi par di capire, non un saggio sulle temperature dall'800' e cosa le abbia fatte salire, se come mi sembra il GW cui fa lei riferimento, o altro. Oggi ci sono queste onde, è la spiegazione è questa. Ieri le estati erano tutte fredde? Ma quanto mai..
    Andrew ha anche citato la delocalizzazione dell'anticiclone azzorriano, per cui...
    se causa antropica è , o non lo sia, l'analisi odierna non puo' essere sempre tutta antropogenetica! E' demagogica climatica, è come dire siamo tutti ladri. Ma poi, invero ci son anche gli onesti. Detto francamente, a me pare il drammatizzare dell'abbandono, quando s'è alla resa...
    a me non piacciono le ....rese. Elio ferrara

  9. #9
    nivofilo83
    Guest

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da andrew Visualizza Messaggio
    Ad un amico che all'inizio di Maggio mi chiese un parere sulla stagione che s'approssimava calda, insistendo sull' AMO (Atl. Multid. Oscill.) 'basso' , risposi : be' , se ci metti il vermiciattoloe quest' amo è comedici basso, ....forse prenderai qualcosa!! Se peschi...
    ma se invece vuoi scrutare degli indizi, che vanno al di la' degli index , specie quando questi son multidecennali o cmq, ad inversione non nel "breve", allora devi affidarti a chi della fisica dell'atmosfera né sappia qualcosa[non io, io ero l'ultimo del corso....ahime']..
    allora; cosa accade durante il solstizio estivo : uno studio negli USA, confermo' questa teoria alcuni anni orsono, dandogli affidabilita' e pratica.
    Ecco : la Terra è sferica come sappiamo, e durante il periodo caldo per l'emisfero settentr., pur essendo piu' lontani dalla ns Stella , il Sole, siamo con la ns porzione dell'emisf. , piu' affacciati a costei, cioè il volto della nostra porzione del globo, è in piena esposizione diretta ai raggi.
    Cio' fa si che, essendo appunto sferico un pianeta, come tutte le sfere in fisica sottoposte ad una fonte distante di calore, avranno la loro zona Equatoriale piu' calda , e man a mano che ci si allontanera' verso i poli della sfera, s'avra' un dissiparsi del calore. Questo a qualunque sfera a cio', esposta.
    La Terra, ha in piu' l'atmosfera. Un elemento gassoso a composizione chimica interagente a questo fattore , prima descritto.
    Da qui , o studio che condusse a visionare cosa accadesse in REGIME DI SURRISCALDAM. ESTIVO , DALL'EQUATORE VERSO I POLI: EBBENE SI RICAVARONO I COSIDETTI "HEAT -FLUX". Essi, infatti sono il DISSIPARSI DEL CALORE CUI PRIMA SI FACEVA ACCENNO, dalla zona Equator. , verso le alte latitudini.
    E cosi facendo, poiche esistono ad una certa latitudine nell'atmosfera le ONDE DI ROOSBY, ONDE CHE HANNO DIREZ. OVEST -EST, E NEL CUI INTERNO RITROVIAMO DUE IMPORTANTI JET: IL POLARE ED IL SUBTROP. , PIU' BASSO.
    Ma quei Flux, gli Heat F., prima citati, sono in grado specie nel semestre piu' Hot, e in Estate, d'interrompere il normale decorso del regime Roosbyano, RALLENTANDO NOTEVOMENTE L'ONDILAZIONE DEL JET Polare, e circoscrivendolo proprio nell'area del Circolo P. marittimo, esso è impedito a scendere. Verso mezza o fine estiva , questi FLUX HOT , decrescono e spesso , come vedremo anche in AGOSTO, si hanno le prime incursioni dell'azione Atlantica , proprio perché il Jet , riesce a RI-PENETRARE A PIU' BASSE LATITUDINI E NON A RIMANERE CONFINATO LASSU' DA DETTI FLUX.
    Ecco perché, l'indicazione dei vari TLC, delle anomalie in genere, delle SST dei mari , puo' essere utilissima e di fatto lo è senz'altro MA, puo' capitare d'avere a causa principale del Flux Solare in quel periodo, un estate torrida per qualche continente dell'emisfero preso in esame , senza che alcun TLC , sia particolarmente ....SBILANCIATO!
    E in molti , tanti, restano, come dire un po' "sorpresi" dall'evoluzione stagionale che si puo' avere. Né ITCZ, Né AMO (x pescare men che mai...) ne QBO, talvolta..., altre volte SI. Saluto gli amici
    Non esistono indici previsori per questi HEAT FLUX?

  10. #10
    Meteorologo L'avatar di Fulvio
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Dolzago - LC 298 mt. s.l.m.
    Messaggi
    12,169

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da nivofilo83 Visualizza Messaggio
    Non esistono indici previsori per questi HEAT FLUX?
    no, Nivo, l'unico è l'ICTZ e Monson Index ma quest'anno erano in calo.......quindi.....ondata imprevista e imprevedibile......la meteo se ne frega degli index creato dagli uomini.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •