PDA

Visualizza Versione Completa : previsione di Giuliacci



moltofreddo
17 January 2010, 20:57
Da un altro sito.

Vi riporto intervento del Col. Giuliacci dal forum MTN dove scrive ogni tanto:


Dopo le due grandi ondate di freddo ( quella tra l’11 e il 21 dicembre 2009 e l’altra nella prima decade di gennaio 2010), forse l’inverno sta per riportare sull’Italia la 3^ ondata di freddo polare di questo inverno, presumibilmente intorno al 28-29 del mese, ovvero con un ritardo di 10 giorni circa rispetto a quanto a suo tempo da me preventivato.

Ecco i motivi per cui ritengo credibile una simile evento:

* sta per iniziare un evento SW minor (riscaldamento della stratosfera polare di circa 20-25 °C alla quota barica di 10 hPa), come previsto sia dal modello GFS ( temperatura prevista a 10 hPa tra 60 e 90° N) sia da ECMWF ( vedi http://www.geo.fu-berlin.de/en/met/ag/s ... index.html). L’evento di SW risulterebbe il più intenso degli ultimi 12 mesi dopo quello del gennaio 2009;
* la diminuzione nei prossimi giorni della componente zonale u del vento a 10 hPa, a causa la convergenza dello E-P flux, sarà la più forte dall’inizio di questo inverno ( vedi Institute of Meteorology: Winter diagnostics). Questo sta ad indicare un forte rallentamento de vortice polare, favorevole ad un suo splitting;
* rotazione progressiva dell’asse della vorticità potenziale stratosferica a 550 °K dalla attuale direttrice Polo-Canada verso la direttrice polo-Spagna tra 10 giorni( vedi http://www.geo.fu-berlin.de/en/met/ag/s ... index.html.
* Lo Splitting del vortice polare è previsto fra 8-9 giorni circa, con un lobo catapultato sull’Atlantico e da qui in movimento verso l’Europa ( vedi Institute of Meteorology: Winter diagnostics
* per i motivi esposti ai punti 3 e 4, l’irruzione di aria polare dovrebbe raggiungere l’Italia da Ovest e non da Est ( insomma freddo di matrice canadese anziché siberiana)
* La Artic Oscillation AO), dopo la risalita di questi giorni, è prevista di nuovo in fase fortemente negativa ( vedi http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/p ... sprd2.gif,. Questo sta ad indicare, oltre che un forte indebolimento del vortice polare, anche la presumibile nuova formazione di un’alta pressione sul circolo polare fino al livello del mare come conferma sia ECMWF (http://www.meteociel.fr/modeles/ecmwf.p ... de=1&map=0) che GFS (http://www.meteociel.fr/modeles/gefs_ca ... &runpara=0).
* Anche il modello a lunga scadenza del Centro Epson prevede un’irruzione fredda sull’Italia dopo il 26 gennaio.

;)

snowstorm
17 January 2010, 21:06
plausibile ma purtroppo affatto scontata come previsione... ci sono però discrete possibilità di realizzazione, ma credo sia sempre doveroso restar prudenti...

moltofreddo
18 January 2010, 11:57
plausibile ma purtroppo affatto scontata come previsione... ci sono però discrete possibilità di realizzazione, ma credo sia sempre doveroso restar prudenti...

PURTROPPO..... :dho: